Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Progetti Programma
Azioni sul documento

Programma

TEMPIOAGIRE IN RETE. CONDIVIDERE LE SCELTE E I PROGETTI

Un piano strategico per disegnare lo sviluppo del territorio: cultura, turismo e innovazione d’impresa le tre leve su cui scommettere

Non solo pensare, ma agire in rete: questo il percorso che l’IPA Diapason ha scelto di affrontare.
Nel corso del 2013 sono stati attivati progetti condivisi che segnano l’avvio di una nuova fase dello sviluppo territoriale, in cui concretizzare il superamento dei confini geografici e amministrativi e accrescere la collaborazione tra settore pubblico e privato. Un salto culturale necessario per rispondere alla complessità che ci troviamo ad affrontare e alla contrazione delle risorse, una sfida accolta con favore dall’intero Tavolo di Concertazione e stimolata dal Comitato di Coordinamento dell’ente, presieduto da poco più di un anno da Italo Bosa e composto dal sindaco di Asolo oltre che dai comuni di Cavaso, Maser, Crespano, Borso e San Zenone, dalle associazioni imprenditoriali CNA Asolo, Confartigianato AsoloMontebelluna, Coldiretti Treviso, oltre che da Credito Trevigiano e Fondazione Canova. L’IPA della Pedemontana del Grappa e dell’Asolano guarda quindi ad una innovazione di sistema: le tante realtà che hanno dato vita a questa scommessa hanno deciso di disegnare in modo condiviso il futuro di un territorio che comprende 13 comuni per un totale di oltre 60mila abitanti. Un “disegno” che non resterà solo sulla carta, ma che già si sta producendo in progetti concreti e in risultati tangibili.

In vista della programmazione europea e regionale 2014-2020, l’IPA sta lavorando alla definizione di un piano strategico per lo sviluppo territoriale. Tre i principali ambiti di intervento: cultura, turismo, innovazione d’impresa, su cui sostenibilità e formazione agiscono come leve trasversali, coinvolgendo i temi della mobilità e dell’agenda digitale.

A dicembre 2013 il primo grande traguardo: i comuni della Pedemontana hanno siglato il Patto dei Sindaci e dato avvio al primo Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile di carattere territoriale, mai realizzato in Veneto. L’obiettivo ambizioso è di arrivare ad una riduzione delle emissioni ed una implementazione dell’energia sostenibile coinvolgendo ambiti come la riqualificazione ambientale, l’edilizia, la mobilità, la pianificazione urbana, le tecnologie di informazione e comunicazione, gli appalti pubblici. Fra i progetti attivati anche il masterplan della mobilità lenta, ovvero la mappatura di tutti i circuiti ciclopedonali presenti e in fase di realizzazione. Ma nel corso del 2014 dovranno essere affrontati anche i temi della mobilità su gomma, e quindi della Superstrada Pedemontana, e la diffusione della banda larga, cruciale per lo sviluppo del territorio. «La programmazione condivisa – spiega il presidente del Tavolo di Concertazione dell’IPA Loredana Baldisser - non può e non deve fermarsi agli aspetti urbanistici, ambientali e infrastrutturali: cultura e turismo sono infatti due settori decisivi per la crescita. Progettare insieme un piano culturale ed un’azione di valorizzazione turistica significa poter immaginare proposte che i singoli non hanno le forze per mettere in campo: anche in questa direzione si stanno muovendo passi significativi».

L’azione sul turismo sarà materia di lavoro dei primi mesi di quest’anno, mentre un progetto sulla cultura è già stato attivato. Con la volontà di definire un piano pluriennale si è dato vita ad un percorso partecipato che parte nel 2014 con un programma di eventi territoriali. Due infine i progetti in fase di analisi nel settore della conoscenza e dell’innovazione.  Un piano di formazione diffusa, trasversale rispetto a cittadini, PMI ed enti locali, destinato ad accrescere competenze e capacità individuali e collettive, si affianca ad un percorso dedicato al sistema produttivo. La presenza dell’incubatore d’impresa “La Fornace” ha posto in questi anni solide basi per la nascita di una rete per la ricerca applicata e diffusa, capace di stimolare l’innovazione di cui oggi le imprese esprimono necessità, attraverso l’integrazione con il sistema formativo, i centri di competenza, il sistema delle start-up e più in generale con la nuova economia.


Realizzato con Plone

Questo sito è conforme ai seguenti standard: